Viaggio nel tempo lungo la Route 66

Con la gioia di Luca che non aspettava altro, il nostro ultimo giorno di road trip prevede il tragitto di rientro lungo la storica Route 66. Sarà l’ultima grande tratta a bordo del Ford Mustang e già la malinconia è alle porte. Ovviamente la tappa al museo storico della Route con annesso acquisto di gadget, targhe e suppellettili completamente inutili.
Questa strada ha un lato oscuro, città fantasma, quasi abbandonate, dove il tempo sembra essersi fermato con la costruzione delle nuove highway, a tratti inquietante. Dall’altra, lungo la strada si incontrano piccoli villaggi, nascosti tra le montagne dove gli asini camminano per strada e non stupisce incrociare un uomo a cavallo che entra in un saloon.   Oatman è quella perla del deserto che chiunque vorrebbe incontrare sulla sua strada. Qui si registra la temperatura più alta del nostro viaggio: ben 113°F, corrispondenti a 45°C. E il nostro navigatore fissato sul parabrezza frigge per bene!!!

Dopo miglia e miglia di deserto, strade e paesaggi incantevoli c’è tempo solo per un ultimo video di Luca a bordo del Mustang. Vengo letteralmente abbandonata in mezzo alla strada, nulla intorno, cactus, sassi e un silenzio quasi inquietante. Il mustang si allontana e per un attimo mi chiedo se ho fatto bene a dirgli di sì. Passano minuti e finalmente da lontano lo vedo arrivare: “ok non mi ha abbandonata”. Un Gran bel video.

Lascia un commento

Chiudi il menu